Risarcimento “fai da te” o assistenza al risarcimento ?

Chi subisce un incidente o un infortunio sa che scegliere la via migliore per ottenere il giusto risarcimento, non è sempre materia semplice, dovrebbe poterlo essere ma tra il dovere, la giustizia e l’effettivo percorso spesso lungo e burocratico che la persona deve effettuare a tal fine, il tempo passa e la soluzione non è sempre quella che dovrebbe tutelare la persona.

Occorre quindi riuscire a determinare l’entità di un giusto risarcimento, per fare questo la persona ha due opzioni:

  • Fare da se
  • Rivolgersi a chi può fornire una congrua assistenza

Si entrerà nel merito della seconda opzione.

Il Giusto risarcimento

Chi stabilisce quale sia il giusto risarcimento?

Su quali basi viene calcolato?

Quali sono le voci di danno alle quali si ha diritto?

La domanda che molti clienti si pongono quando si rivolgono ad un organismo terzo com’è quello di una compagnia assicurativa, è se sia giusto che a determinare ciò che spetta alla persona che ha subito un incidente, siano le compagnie stesse, e tale considerazione vale anche sul decidere chi è la responsabilità.

Alcune persone optano per la soluzione che prevede di affidarsi al proprio assicuratore o all’avvocato di famiglia.

Alcuni dubbi però possono rimanere, ad esempio:

  • Le assicurazioni di chi fanno gli interessi?
  • L’avvocato di famiglia è specializzato in infortunistica stradale?

Non occorre essere populisti, basta imparare a valutare i criteri che le Compagnie Assicurative pongono in essere, studiandole si potrà comprendere da chi farsi tutelare al meglio.

Gli Studi di Infortunistica Stradale

Questi nascono con uno scopo, quello di fornire un valido aiuto in queste occasioni, dando ai cittadini la consulenza e l’assistenza necessarie per muoversi bene in questo complesso settore del risarcimento del danno.

Ma il settore del Risarcimento Danni non si limita ai soli casi di incidenti stradali, interessa anche tutte le altre situazioni nelle quali un soggetto subisce un danno per responsabilità altrui.

Tali vicende possono ad esempio corrispondere a:

  • danni riportati da automobilisti, ciclisti o pedoni a causa di cattiva manutenzione stradale (buche sull’asfalto, marciapiedi rotti, lavori in corso non segnalati, tombini aperti, ecc.), quindi ad esempio anche il danno da fermo tecnico.
  • danni subiti dall’azienda per l’assenza del dipendente a causa di incidente
  • danni causati all’interno di strutture pubbliche o private per mancata osservanza delle norme sulla sicurezza. Anche nel settore della sanità, eventuali lesioni riportate come conseguenza di errori medici o di responsabilità di operatori sanitari e strutture ospedaliere possono dar diritto ad un giusto risarcimento.

Casi di Infortunio

Anche nel caso di infortunio, qualora la persona infortunata abbia stipulato una Polizza privata, è necessario che attivi le garanzie previste dall’assicurazione e lo faccia attraverso l’assistenza di un professionista che sia in grado di valutare l’indennizzo dovuto.

La base sulla quale dovrà effettuare quest’ultimo, sarà quella della valutazione delle lesioni all’integrità psico fisica del cliente che possono essere di tipo temporaneo o permanente.

In questi casi è sempre consigliabile affidarsi immediatamente all’assistenza di uno Studio di infortunistica stradale o ad una valida  assistenza al risarcimento che potranno prima di tutto, aiutare ad effettuare la denuncia di sinistro alla compagnia di assicurazione e quindi ad intraprendere in un tempo immediatamente successivo la strada giusta per un equo e giusto risarcimento del danno subito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *